Investimenti immobiliari in Brasile Investimenti immobiliari a Capo Verde Contatti
CPF (Cadastro Pessoa Fisica), l'equivalente del nostro codice fiscale in Brasile
  Torna alla pagina iniziale

Per effettuare investimenti in Brasile, aprire un impresa,  comprare un automezzo, aprire un conto bancario, possedere una utenza telefonica, rilasciare una procura o altro è necessaria l'iscrizione al CPF (Cadastro Pessoa Fisica); ossia l'iscrizione ad un apposito registro federale, per certi versi l'equivalente del nostro codice fiscale.


La pratica si effettua, con il solo passaporto valido,  presso la  Receita Federal, un'agenzia del Banco do Brasil, Correios (Poste pubbliche brasiliane) o la Caixa Economica Federal. Ottenuto il numero di CPF  la stampa del documento (comprovante) è effettuabile  dal sito  della Receita Federal a  questo link, tale certificato deve essere sempre  accompagnato da un documento di identità valido (passaporto, CNH, RG, CIE(RNE) o CNRG).

Per la verifica della regolarità del CPF é necessario usare questo altro link, la  stampa di questo certificato consente  di verificare la regolarità o meno del CPF, ossia delle  situazione fiscale federale, se l'esito è "Situação Cadastral: REGULAR" significa che è tutto regolare, in caso contrario risultano registrate delle pendenze con il fisco.  Per aprire il CPF è necessaria la sola esibizione del passaporto, quindi è bene evitare di produrre altre certificazioni, spendere denaro in traduzioni o legalizzazioni e quantomeno di affidarsi a intermediari e consulenti.


E' anche possibile aprire il CPF dall'Italia
direttamente presso i consolati del Brasile di Milano o Roma, sotto i link  dei consolati con le relative istruzioni

Milano: http://milao.itamaraty.gov.br/it/cpf.xml
 

Roma: http://cgroma.itamaraty.gov.br/it/cpf.xml

sarà necessario compilare la scheda a questo link  e stamparla (la scheda genera un codice personale dopo la compilazione, non é possibile fotocopiarla o riutilizzarla), con questa scheda é necessario poi recarsi presso il consolato del Brasile di Roma o Milano con copia e originale di passaporto o carta di identità, altri documenti indicati sul sito dei consolati riguardano i cittadini brasiliani, per gli italiani serve solo questo, la verifica dell'emissione del CPF può essere fatta a questo link   inserendo il codice della scheda, quando il CPF sarà attivo  si potrà stampare il certificato  o la comprovante ai link sopra indicati


28/05/2020
Articoli correlati: vai all'elenco completo degli articoli sul Brasile





Torna alla pagina iniziale