Torna alla pagina iniziale
contatto Fortaleza

 
Investimenti immobiliari in BrasileInvestimenti immobiliari a Capo Verde 
   
Procedure per il  riconoscimento e legalizzazione di documenti, certificati, procure e titoli di studio italiani in Brasile
   




Documenti e certificati


Titoli di studio e specializzazioni

Procure


Il riconoscimento di documenti e certificati italiani in Brasile

Dall'anno 2016, con l'adesione anche del Brasile alla Convenzione sul’eliminazione dell’esigenza di legalizzare i documenti pubblici stranieri (Apostille - Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961 - https://www.hcch.net/ ), non é più necessaria la legalizzazione consolare dei documenti emessi da autorità e uffici pubblici italiani, tali documenti devono essere sottoposti all’apposizione dell’Apostille emesso dalle seguenti autorità competenti, al fine di essere validi in Brasile, secondo le seguenti procedure:

  • Documenti rilasciati dal Cancelliere del Tribunale” e dal “Notaio” Apostille presso la “Procura della Repubblica”;
  • Documenti rilasciati dai municipi, scuole o università, INPS, ASL, etc. Apostille presso l'”Ufficio Territoriale del Governo” (ex-Prefettura)

La traduzione del documento: il documento italiano con apostille, deve essere poi tradotto in lingua portoghese,  in Brasile da traduttore giurato, in genere cartórios, polizia federale, junta comercial, foro giudiziario o altri istituzioni che hanno a che fare con documentazioni straniere forniscono i contatti dei traduttori abilitati della località. Gli organi ufficiali brasiliani quasi sempre  NON ACCETTANO traduzioni fatte all’estero. Nel caso dello stato del Cearà, dove ha sede la nostra organizzazione,  a questo link i traduttori giurati per la lingua italiana: http://acetesp.org.br/tradutores-italiano/) in altri stati cartorios, polizia federale o foro giudiziario vi indicheranno facilmente i traduttori abilitati, oppure in alternativa è possibile rivolgersi presso la JUNTA COMERCIAL  dei vari stati dove sono registrati tutti i traduttori  abilitati.

Il riconoscimento dei titoli di studio italiani in Brasile

Diplomi di scuola media superiore italiani possono essere ritenuti equipollenti il Brasile al "ensino médio completo", e quando riconosciuti possono anche dare accesso a corsi universitari, tecnici o di qualificazione. Il vantaggio di questa procedura è che al momento non viene richiesta nessuna prova di conoscenza della lingua portoghese o il visto di residenza, ma solo la documentazione personale e scolastica italiana (almeno nello stato del Cearà, non siamo a conoscenza se la procedura varia in altri stati della federazione). Il riconoscimento del diploma italiano può dare accesso a corsi tecnici anche nel caso di professioni regolamentate laddove non è richiesto un titolo superiore (professioni tecniche del tipo tecnico di contabilità, tecnico industriale, tecnico radiologista, correttore di immobili, etc.) in tutti questi casi è bene rivolgersi comunque anche ai relativi ordini professionali (conselhos regionais). Per ottenere il riconoscimento del diploma italiano di scuola secondaria (maturità tecnica) é necessario rivolgersi ad un "conselho estadual de educação" di uno stato brasiliano (in ogni capitale di stato vi é una sede)  in genere viene richiesto:

  1. Compilazione di un modello di richiesta indirizzato al presidente del  conselho estadual de educação dello stato;

  2. Lo storico scolastico del diploma,  di cui nel sistema italiano non esiste una sintesi dello storico scolastico, si tratta delle pagelle che vengono consegnate ogni anno, é un problema ottenerle se non si sono conservate, dovrebbero essere comunque reperibili presso gli istituti, circoscrizioni o provveditorati da cui l'istituto frequentato dipende, altri enti o istituti  italiani che già hanno avuto esperienze con paesi esteri che richiedono gli storici in queste procedure di riconoscimento sono organizzati nell'emettere un documento idoneo al caso;

  3.  Diploma finale o certificato emesso dall'istituto scolastico

Il tutto con apostille del Ufficio Territoriale del Governo” (ex-Prefettura) e tradotto da traduttore giurato in Brasile, all'esito positivo del processo verrà emesso una verbale di deliberazione della commissione incaricata. Il diploma una volta riconosciuto vale in tutti gli stati del Brasile.

Titoli di studio superiori (laurea, master, specializzazioni) devono  seguire una procedura di equipollenza presso una università brasiliana (pubblica o privata), sarà quindi necessario rivolgersi alla segreteria della università presentando la documentazione richiesta che sarà analizzata, l'università risponderà poi in merito alla possibilità di equipollenza e alla sua relativa procedura, che potrà ovviamente anche prevedere esami e/o corsi integrativi. Fanno eccezione solo quei titoli o specializzazione di paesi con cui il Brasile ha un accordo o convenzione, il titolo viene automaticamente o con una procedura semplificata riconosciuto. Informazioni sul sito dell'istruzione e università in Brasile (e-MEC)



Validità della procura italiana in Brasile (vedi articolo specifico)


* I documenti brasiliani sono riconosciuti in Italia ed altri  paesi esteri  che aderiscono  alla Convenzione dell’Aia del 5 ottobre 1961, ugualmente
mediante l'apposizione dell'Apostille che  in Brasile può essere richiesta presso le  “Corregedorias Gerais de Justiça”, ai giudici (“Juízes Diretores di forum” presso reparti giudiziari e ai titolari degli Uffici Anagrafe brasiliani (“cartórios extrajudiciais”). 






 

Staff Goldmedia Group - 27/06/2020

Torna alla pagi/na iniziale