Le regole e leggi del mercato immobiliare in Brasile, consigli per investire o affittare senza rischi

Torna alla pagina iniziale
Contatti
 
 

Il mercato immobiliare in Brasile e la professione tecnica immobiliare di consulenza, amministrazione e intermediazione è regolata da una legge federale (Lei Federal n° 6.530/78) e da un ordine professionale federale  (COFECI -  Conselho Federal de Correttores de Imóveis); solo persone fisiche o società  iscritti agli ordini dei vari stati (CRECI - Conselho Regional de Corretores de Imòveis) possono svolgere l'attività di offerta, amministrazione, consulenza, perizie,  intermediazione immobiliare per locazioni e  compravendite, permute, gestioni immobiliari, pareri tecnici. Esercitare la professione senza essere accreditati è un reato federale di esercizio abusivo di professione regolamentata, punibile con la reclusione fino a due anni. Il fine di tale legge è quello di dare al mercato immobiliare professionalità,  legalità, trasparenza, etica e regole a tutela e sicurezza del cliente; nonché di accreditare alla professione solo persone con  adeguata capacità, conoscenza del mercato, che sono in possesso del titolo tecnico ed hanno superato un iter formativo  gestito da organi pubblici. In Brasile per esercitare la professione di "Corretor de imóveis" o "consultor imobiliário" è necessario conseguire il titolo di "Técnico em Transações Imobiliárias" (Tecnico in Transazioni Immobiliari), effettuare un periodo di stage e dopo conseguire l'iscrizione presso il relativo ordine professione statuale (CRECI). Rivolgersi ad una persona o una organizzazione non accreditata, per un investimento, una consulenza o semplicemente per affittare un immobile,  significa non avere nessuna garanzia, con  la probabilità di cadere in mani di tante persone che operano illegalmente nel mercato immobiliare e spesso anche in forma disonesta e fraudolentala garanzia su un affare immobiliare in Brasile può essere data solo da chi regolarmente iscritto all'ordine professionale.    I brasiliani conoscono bene questa legge e le garanzie che essa da; in  quanto al di sopra delle parti vi è un ordine professionale che tutela il cliente con una legge chiara e ormai consolidata da decenni nel mercato, gli stranieri, il più delle volte  poco informati, non ne sono coscienti ed è più facile che questi ultimi finiscano nelle mani di persone che lavorano in modo irregolare, che arrivano al cliente tramite annunci o siti internet illegali per offrire servizi immobiliari in Brasile, altri erroneamente credono che rivolgersi al connazionale residente in loco sia garanzia di un buon affare, quando nella maggior parte dei casi è l'esatto contrario, ad esempio, la maggior parte dei siti internet italiani che offrono servizi immobiliari in Brasile sono illegali, gestiti da persone o organizzazioni che non sono accreditate all'ordine professionale, non hanno competenza tecnica, e non possono garantire legalmente nessuna sicurezza e professionalità al cliente nel ramo della consulenza e intermediazione immobiliare. E' comune che cattivi investimenti, tipo immobili non regolari o attività commerciali fallite o prossime al fallimento, che in genere non vengono accettate in mediazione da tecnici professionisti o agenzie regolari, finiscano per essere trattati e offerti da persone che esercitano la professione irregolarmente tramite siti o annunci su internet, esigere il registro professionale è una garanzia  che la legge brasiliana da a tutti.  Il COFECI (Conselho Federal de Correttores de Imóveis) è il consiglio federale dei correttori immobiliari, competente per tutto il territorio federale, poi ogni stato ha un proprio consiglio regionale denominato CRECI (Conselho Regional de Correttores de Imóveis). Il compito di tali enti è quello di legiferare sulla materia, formare, accreditare e controllare il lavoro delle persone o società abilitate alla professione della intermediazione, consulenza e offerta immobiliare e di fiscalizzare il mercato. La severità di tale legge è giustificata dal fatto che il legislatore brasiliano ha voluto creare un forte strumento per dare regole,  tranquillità,  sicurezza e trasparenza in un mercato in forte espansione, sia per i propri cittadini che per i tanti investimenti immobiliari stranieri  presenti nel paese. Gli enti che abilitano alla professione sono statuali, quindi una persona fisica o una società per offrire servizi immobiliari in un determinato stato deve essere iscritta al consiglio di quello stato,  nel caso dello stato del Cearà, area in cui opera la nostra organizzazione è il CRECI-CE della quindicesima regione ( http://www.creci-ce.gov.br ). Al trattare un immobile in acquisto, in vendita  o in affitto, o per una consulenza è obbligatorio esigere l'abilitazione alla professione e il numero di CRECI della persona fisica o società che sta offrendo il servizio; la verifica (nel caso del CRECI dello stato del Cearà)  è semplicissima; basta inserire il numero di iscrizione a questo link, oppure a questo altro link è possibile ottenere una certificato completo del professionista, se il soggetto non risulta iscritto o risulta con posizione non regolare verso l'ordine è bene astenersi da ogni trattativa ed il  consiglio è quello di ricercare  persone regolarmente abilitate ad esercitare la professione, le uniche che possono offrire le dovute garanzie e la conoscenza tecnica di tutte le fasi della transazione immobiliare.

Torna alla pagina iniziale