pagina iniziale


Visto turistico e visto di residenza  a Capo Verde
 

E' ufficiale la notizia che dal primo gennaio 2019 i cittadini dell'unione europea sono esentati dal visto di ingresso a Capo Verde per soggiorni turistici di breve durata (max 30 giorni), quindi non sarà più indispensabile richiedere e pagare il visto in Italia prima di partire oppure in aeroporto all'arrivo, nel caso il soggiorno dovesse prolungarsi sarà possibile richiedere la proroga presso le sedi della polizia nazionale con pagamento di una tassa. Per i cittadini non europei (passaporti non UE),  si può richiedere il visto presso l’Ambasciata o Consolato di Capo verde in  Italia più vicino  alla propria residenza  (Roma, Firenze, Torino, Napoli o Palermo  (Vedi elenco con gli indirizzi e contatti).  per tali cittadini  possibile ottenere il visto turistico anche direttamente nell’aeroporto di arrivo a Capo Verde, il costo del visto direttamente in aeroporto é di 25 euro ed ha durata di 30 giorni. Nel caso di viaggi organizzati e/o di gruppo le agenzie di viaggio in genere richiedono visti di entrata collettivi e quindi non sono necessari visti individuali. La legge capoverdiana prevede che il turista debba poter dimostrare  di possedere biglietto aereo di entrata e uscita dal paese e mezzi di sussistenza adeguati e sufficienti alla durata del soggiorno. E' in vigore a Capo Verde la tassa di soggiorno turistica pari a  ECV 220 (2,00 euro) al giorno da pagare presso le strutture ricettive per un massimo di 10 giorni, i minori di 16 anni sono esenti.

Il visto per l'entrata turistica a Capo Verde si può richiedere presso il consolato di Capo verde in  Italia più vicino alla propria residenza. E’ possibile ottenere il visto turistico anche direttamente nell’aeroporto di arrivo a Capo Verde, il costo del visto direttamente in aeroporto di arrivo  é di 25 euro ed ha una durata di 30 giorni.  Nel caso di viaggi organizzati e/o di gruppo le agenzie di viaggio in genere richiedono visti di entrata collettivi e quindi non sono necessari visti individuali. La legge capoverdiana prevede che il turista debba poter dimostrare  di possedere biglietto aereo di entrata e uscita dal paese e mezzi di sussistenza adeguati e sufficienti alla durata del soggiorno. Il visto turistico è prorogabile, con il pagamento di una tassa presso le sedi della polizia nazionale e di frontiera (DEF). E' in vigore a Capo Verde la tassa di soggiorno turistica pari a  ECV 220 (2 euro) al giorno da pagare presso le strutture ricettive per un massimo di 10 giorni, i minori di 16 anni sono esenti. Sito ufficiale del turismo a Capo Verde  è www.turismo.cv   (inglese e portoghese)

Il permesso di residenza nella repubblica di Capo Verde  é una concessione del governo capoverdiano, il permesso di stabile dimora è concesso al cittadino straniero mediante l'emissione del "CARTÃO DE RESIDÊNCIA". L'organo competente al rilascio del documento è la Policia National - DEF (Divisão de Estrangeiros), che nella capitale Praia si trova nella nuova sede al lato della piazza del quartiere "Palmarejo" (tel. +238 261 31 24/261 32 05/261 97 10),  nelle altre isole si ci può rivolgere ai "Comandos Regionais" o "Unidades Policiais da POP". (vedi a questo link le sedi e contatti della polizia nazionale nella varie isole dell'arcipelago) Chi quindi intende richiedere la residenza a Capo Verde per lavoro o attività di impresa, può entrare nel paese con il normale visto turistico e poi richiedere il  "CARTÃO DE RESIDÊNCIA"; al momento l'unico documento che bisogna produrre in Italia per tale tipo di visto è il casellario giudiziale, tutti gli altri documenti sono realizzabili direttamente a Capo Verde, il casellario giudiziale italiano deve avere l'apostille  (che viene apposta dallo stesso tribunale) e deve essere tradotto in italiano da un consolato onorario o ambasciata di Capo Verde in Italia. Per altri tipi di visto (trasferimento di pensione, figlio o moglie capoverdiana ed altri) si consiglia di contattare i  consolati o ambasciata di Capo Verde in Italia I consolati onorari  e ambasciata  di Capo Verde in Italia possono rilasciare anche visti di  durata  fino  a sei mesi o un anno, con entrata unica oppure multipla; una buona alternativa per chi magari ha intenzione di valutare una eventuale attività lavorativa, di impresa o di futura residenza a Capo Verde.

Staff Goldmedia-Group, pagina aggiornata al  26 dicembre 2018

Torna alla pagina iniziale