inizio



il tuo sogno in una vacanza
Investimenti immobiliari in Brasile  Contatti
Questa pagina non è aggiornata con informazioni relative alla pandemia COVID-19


 

 

 

Il visto di visita (turismo) per gli italiani in Brasile e le risposte alle vostre domande più frequenti

visto turismo brasileEntrata, permanenza e stato giuridico degli stranieri in Brasile sono regolati da una legge speciale la LEI 13.445/2017   (che ha sostituito la legge Nº 6.815, DE 19 DE AGOSTO DE 1980 detta anche "estatudo do estrangeiro"), sulla base di tale normativa generale vengono poi stabilite regole per i cittadini dei diversi paesi in relazione al visto di entrata; essenzialmente in base al principio della reciprocità tra i paesi o accordi diplomatici. La nuova normativa ingloba nel visto di visita la finalità turistica, di affari, attività sportiva, artistica, etc.  (art. 13 - LEI 13.445/2017), concedendo anche la possibilità di effettuare lavori di tipo occasionale e ricevere pagamenti da imprese o enti pubblici, nonchè partecipare a concorsi, manifestazioni artistiche o eventi sportivi, tutte pratiche precedentemente proibite con il visto di tipo turistico o che richiedevano uno specifico visto consolare. Gli italiani portatori di un  passaporto comune,  non hanno bisogno di visto consolare per entrata di visita in Brasile;  è concessa  una permanenza massima  di 90 giorni ogni sei mesi, i periodi vanno considerati a partire dal primo ingresso in Brasile e quindi da tale data è concessa una permanenza di tre mesi ogni periodo di sei mesi. Il nuovo quadro dei visti  aggiornato  al giugno  2019 é possibile scaricarlo a questo link  sul sito del ministero per le relazioni con l'estero del Brasile, mentre a questo altro link è possibile accedere alla legislazione e informazioni varie sui visti. La nuove disposizioni hanno annullato la precedente possibilità di potersi trattenere nel paese 180 giorni continuati, prorogando il primo visto di entrata di 90 giorni. Per l'ingresso nel paese la normativa  obbliga al possesso del biglietto aereo di ritorno e il possesso di adeguati mezzi di sussistenza compatibili con la durata della visita, è anche  necessario che il passaporto abbia validità residua di almeno sei mesi dalla data di entrata nel paese. All'arrivo si compila una scheda (carta di ingresso/uscita), che viene consegnata già sull'aereo prima dell'atterraggio,    in cui si deve dichiarare se si ha  merce particolare, valori in moneta contante oltre oltre l'equivalente di R$ 10.000 ed il motivo del viaggio; la scheda verrà timbrata insieme al passaporto ed è necessario conservarla, lo smarrimento potrebbe comportare una  multa all'uscita dal paese o  ritardi della  partenza dovuti a controlli. Informazioni sul visto turistico possono essere reperite sul sito internet del consolato generale di Milano  consultando la sezione visti.

Molti hanno dubbi su quello che si può, o non si  fare, in Brasile in condizione di turista (visto di visita) in relazione ad imprese, investimenti, conti bancari, etc. Rispondiamo  alle domande più frequenti ....

Posso prorogare il mio visto turistico in Brasile oltre i 90 giorni del primo visto senza uscire dal paese? No, allo stato attuale gli italiani non possono prorogare il normale visto di visita oltre i 90 giorni concessi (vedi quadro visti)  e che purtroppo la nuova normativa per chi si trattiene oltre i 90 giorni ha elevato di molto la multa applicabile che è oggi di R$ 100 al giorno con un massimale che può giungere a R$ 10.000 (prima era poco pià di R$ 8 al giorno con un massimale di R$ 800) 

In condizione di turista con entrata di visto di visita posso lavorare in Brasile, oppure cercare un lavoro e in caso ottengo un contratto rimanerci come lavoratore dipendente? No, e non è possibile nemmeno ottenere un contratto di lavoro con entrata di visto di visita. La procedura obbliga l'entrata già con visto di lavoro dopo che è stata approvata la richiesta da parte dell'impresa che intende assumere (informazioni a questo link); la legge 13.445 del 2017 (art.13)  da appena la possibilità a chi entra in Brasile con visto di visita (turismo) di effettuare prestazioni "occasionali" e ricevere pagamenti sia da imprese che enti pubblici; non si tratta di lavoro dipendente ma di una situazione che può dare la possibilità di entrare in contatto con imprese che poi  potrebbero assumere, o di maturare una breve esperienza in un nuovo ambiente di lavoro.

In condizione di turista posso effettuare un investimento immobiliare, comprare un terreno, casa o appartamento?  Si, tutte le informazioni a questo link

In condizione di turista posso comprare un appartamento con un finanziamento pagandolo a rate? Con finanziamento bancario no, in quanto non potendo al momento lo straniero in condizione  di visto di visita aprire un conto bancario non può, di conseguenza, avere accesso a nessuna linea di credito bancaria o di altre istituzioni finanziarie, esiste la possibilità per lo straniero non residente di comprare un immobile finanziandolo direttamente con l'impresa costruttrice, un investimento abbastanza comune negli edifici in costruzione (lançamentos), informazioni in un articolo specifico a  questo link.

In condizione di turista posso aprire una attività commerciale  costituendo una mia società o impresa? Si, ma è necessario un amministratore residente che poi può essere sostituito se si ottiene il visto come investitore,  tutte le informazioni a questo link

In condizione di turista posso diventare socio di una società  e attività commerciale già esistente? Si è possibile essere soci anche di maggioranza di società commerciali e comprare quote e azioni di società limitate o quotate, tranne poche eccezionali limitazioni in alcuni tipi di attività, è solo necessaria l'apertura del CPF

In condizione di turista posso aprire un conto in banca in Brasile? No, al momento è necessaria la residenza temporanea o permanente  (CNRM  - RNE )per aprire un conto in banca in Brasile, circola informazione su alcuni siti e blog che sarebbe possibile aprire conti di risparmio (poupança) ma questa notizia non corrisponde al vero.

In condizione di turista posso guidare una auto o moto con la patente di guida italiana? Si, la patente dovrebbe però essere accompagnata da una traduzione fatta da traduttore giurato in Brasile, la patente italiana resta valida per tutto il periodo turistico  va convertita solo se si ottiene la residenza.

Con visto di visita (turismo) posso essere titolare di una utenza telefonica o internet, contratto di affitto, rilasciare una procura o delega, comprare una auto o moto? Si, si possono fare tutte queste cose, è solo richiesta l'apertura del CPF (codice fiscale brasiliano)

se vuoi altre risposte vai alla sezione FAQ

 

Articoli correlati: Vai all'elenco completo degli articoli sul Brasile

29 Maggio 2020 /  staff Goldmedia group

Torna alla pagina iniziale